A MILANO LA CHIESA ORTODOSSA RUSSA PER I RITI IN ITALIANO

sanbeneetto-2

sanbeneetto-4

Giovedì 27 marzo 2014, festa liturgica di S.Benedetto da Norcia, è stata riaperta al culto dopo 18 anni di chiusura, la chiesa ortodossa russa dei SS.Sergio e Serafino, sede storica della comunità di Milano, fondata nel 1985 dallo ieromonaco Dimitri (Fantini) – nella foto – grande amico del progetto culturale “I sentieri dell’icona”. La cappella, secondo quanto riferisce il sito www.ortodossia.info, era stata all’epoca benedetta dal compianto arcivescovo Serafim Rodionov nel 1986; l’attività pastorale era stata trasferita poi nel 1996, anche a causa della partecipazione sempre più ampia di fedeli, nell’attuale sede di via Giulini. Con la benedizione di Vladika Nestor, riconfermata dall’Arcivescovo Mark attuale Ierarca per l’Italia, la chiesa riaperta è stata dedicata ai SS.Benedetto da Norcia e Silvano l’Attonita.
Pur non essendo ancora terminato l’allestimento, il parroco archimandrita Dimitri (Fantini) coadiuvato dall’ieromonaco Siluan (Yaroslavtsev), ha voluto solennizzare la festa del Santo fondatore del monachesimo latino celebrando il Moleben di ringraziamento e cantando l’Akatisto. Il sacro rito è stato celebrato in lingua italiana. Hanno partecipato alla preghiera comune un gruppo di fedeli della parrocchia dei SS.Sergio e Serafino, che hanno venerato la reliquia di San Benedetto da Norcia donata dallo skimonaco Gabriel Bunge espressamente per questo tempio, che si trova al piano terreno di un palazzo in viale Carlo Troya 11 a Milano; ha una capienza di circa 50 persone e la sede è dotata oltre che dell’ampio locale per l’uso liturgico anche di una sala che verrà a costituire la biblioteca e mediateca ortodossa di lingua italiana. Tutti i sacri uffici in questo tempio saranno celebrati nella lingua italiana e latina.