TEOFANIA DI GESÙ: IN RUSSIA BAGNI NELLE ACQUE “SANTE” MA GELIDE

image20-720x400

In occasione della festa della Teofania di Nostro Signore Gesù Cristo, che la Chiesa ortodossa – almeno dove si segue ancora la scansione dell’antico calendario giuliano – celebra domenica 19 gennaio, in Russia si rinnoverà una tradizione tanto radicata quanto incredibile, se non altro per il fatto che a perpetuarls, in diverse località, sono gruppi di autentici temerari. Di che cosa si tratta? Dell’abitudine di farsi un bagno nelle acque gelide di laghi e fiumi benedette, appunto, con il rito della Benedizione delle acque, di cui si parla nella sezione “Documenti” di questo stesso sito. In sostanza la popolazione ritiene che, in questa giornata, l’acqua venga santificata e acquisisca poteri taumaturgici per l’anima e il corpo. Per tale ragione, in diverse località, vengono praticati buchi nel ghiaccio, sovente a forma di croce, nei quali potersi bagnare. Le immersioni, solitamente, sono tre, in onore della Santa Trinità. La cerimonia si svolge, ove possibile, alla presenza di un sacerdote; nel caso di “bagni di gruppo” è previsto pure l’intervento di personale medico-sanitario per prestare soccorso nell’eventualità di malori.