LA PACE INTERIORE SECONDO LO STARETS TADDEO DI VITOVNICA

elder_thaddeus

Al padre Taddeo di Vitovnica (1914-2003) monaco fra i più amati e venerati della Serbia, igumeno presso l’omomimo monastero, fu chiesto una volta: qual è la cosa più importante nella vita spirituale di una persona?
Ecco la risposta di padre Taddeo, riportata dal sito natidallospirito.com.
“Conservare la pace nei cuori. Fa’ in modo che questa pace non sia mai disturbata a ogni costo. Nei nostri cuori dovrebbe regnare la pace – pace e silenzio. I pensieri caotici sono lo stato degli spiriti caduti (deoni spiriti che sono caduti lontano da Dio). La nostra mente, tuttavia, deve rimanere concentrata, integra, e vigilante. Dio può entrare solo in una mente che sia unita.
“Oltre a mantenere la pace nei cuori, stare alla presenza del Signore. Ciò significa essere incessantemente consci che stiamo davanti al Signore e che Egli ci guarda sempre. Dobbiamo imparare a svegliarci con il Signore e andare a dormire con Lui, mangiare, lavorare e camminare insieme a Lui. Il Signore è presente ovunque e in tutte le cose. Possiamo trovare il Regno di Dio dentro di noi. “Scendi nel tuo cuori e in esso troverai la scala che porta al Regno di Dio”, dice sant’Isacco il Siro. Le Sacre Scritture ci insegnano che il Regno di Dio … giustizia, e pace e gioia nello Spirito Santo (Rom 14,17). Il primo passo verso la comunione con Dio è donarsi completamente a Lui. Dopo di che, è l’energia di Dio a operare i noi.
“La comunione con Dio significa che Dio ha fatto in noi la Sua dimora e che la Sua energia opera in noi. Il nostro spirito si riveste di Dio ed Egli governa tutte le nostre emozioni, la nostra volontà e la nostra mente. Diveniamo, allora, come uno strumento nelle sue mani. Egli muove i nostri pensieri. desideri e sentimenti e dirige le nostre parole e il nostro lavoro”.